Riabilitazione cognitiva

Home Servizi per adulto e anziano Riabilitazione cognitiva

Sfruttando la plasticità e la duttilità neuronale, la riabilitazione si pone come obiettivo la stabilizzazione, il potenziamento e/o il miglioramento delle abilità cognitive deficitarie. Le capacità plastiche del cervello in passato si pensava fossero presenti solo nelle fasi dello sviluppo, ma evidenze portate dalle neuroscienze  mostrano come queste capacità possano essere sfruttate, seppur in misura più limitata rispetto allo sviluppo, lungo tutto l’arco di vita.

I training cognitivi sono pianificati ad hoc per persone con problematiche cognitive secondarie ad eventi patologici (quali ictus, traumi cranioencefalici, neoplasie, infezioni) o per primi stadi di malattie neurodegenerative.

  • Disturbi di memoria 

Uso di specifici protocolli riabilitativi (cartacei e computerizzati) e training per migliorare l’efficacia delle prestazioni mnestiche.

  • Disturbi di attenzione e funzioni esecutive

Uso di specifici protocolli riabilitativi (cartacei e computerizzati) e training per migliorare i processi attentivi di base ed i processi in grado di controllare l’organizzazione e la pianificazione dei propri comportamenti.

  • Afasia

Uso di specifici protocolli riabilitativi e training per migliorare i disturbi di produzione e/o comprensione del linguaggio.

  • Altri disturbi

Interventi riabilitativi di tipo compensativo (cartacei e computerizzati) per altri tipi di disturbi neuropsicologici, come quelli visuospaziali e prassici.

 

La stimolazione cognitiva è invece uno specifico intervento per persone con demenza che offre un ampio range di attività volte a stimolare la capacità di pensiero,  ragionamento, concentrazione e memoria. Può essere svolta individualmente o in piccoli gruppi.